Differenze tra gli UPS (Gruppi di continuità)

Spesso mi viene chiesto di fornire gruppi di continuità (UPS) per proteggere da sbalzi o cadute di tensione computer e apparati elettronici. A parità di durata però, il costo dei prodotti può variare significativamente a causa della differenze di tecnologia utilizzata per la protezione.

Un UPS (Uninterruptible Power Supply) è un dispositivo che fornisce alimentazione elettrica a carico in caso di interruzioni o variazioni della tensione di alimentazione di rete. Ci sono vari tipi di UPS e ognuno ha un diverso metodo di funzionamento. Tra questi, gli UPS a doppia conversione e line-interactive sono due dei tipi più comuni.

1. UPS a doppia conversione (anche noto come On-line):

Funzionamento: In un UPS a doppia conversione, l’energia elettrica passa sempre attraverso l’inverter, indipendentemente dal fatto che la rete elettrica funzioni correttamente o meno. La corrente alternata (AC) proveniente dalla rete viene prima convertita in corrente continua (DC) e quindi, attraverso un inverter, viene convertita nuovamente in corrente alternata (AC) per alimentare il carico. In sostanza, si ha una “doppia conversione”: da AC a DC e poi da DC ad AC.

Vantaggi: Fornisce una vera e propria separazione tra l’alimentazione in ingresso e l’alimentazione in uscita, garantendo una qualità del segnale di alimentazione molto elevata. È ideale per dispositivi sensibili e ambienti in cui la qualità dell’alimentazione di rete è povera o instabile.
Svantaggi: Tendenzialmente più costosi e meno efficienti dal punto di vista energetico rispetto agli UPS line-interactive, a causa delle continue conversioni.

2. UPS line-interactive:

Funzionamento: Questo tipo di UPS monitora la tensione di alimentazione e, in caso di caduta o picco di tensione, utilizza un trasformatore per correggere la tensione senza passare alla batteria. Solo in caso di interruzione di corrente l’UPS passa al funzionamento a batteria.

Vantaggi: Offre una combinazione di protezione contro le variazioni di tensione e la capacità di fornire alimentazione in assenza di rete, senza il costo o la complessità degli UPS a doppia conversione. Generalmente, sono più efficienti dal punto di vista energetico quando la rete elettrica è stabile.
Svantaggi: Non forniscono la stessa qualità di alimentazione pura come un UPS a doppia conversione. In presenza di tensioni di rete molto instabili, potrebbero non essere in grado di correggere rapidamente o adeguatamente la tensione.

In sintesi, se hai bisogno di una protezione massima per dispositivi molto sensibili, un UPS a doppia conversione potrebbe essere la scelta migliore. Se invece stai cercando un equilibrio tra costo, efficienza e protezione, un UPS line-interactive potrebbe essere la scelta giusta.

Mission complete!

Il 2 Dicembre 2019 è partito il sistema Mission presso l’ospedale Gemelli di Roma realizzato da noi!

Il progetto “Mission MultISenSory Integrated System for patient cOmpliaNce improvement (Sistema integrato multisensoriale per il miglioramento della compliance del paziente)”, è stato il vincitore nella categoria Idee, del Patients’ Digital Health Awards 2019 e a noi è stato richiesta la progettazione e la realizzazione della soluzione.

Grazie alla collaborazione con il coordinatore del progetto e referente del Centro di Oncologia Interventistica del Policlinico Universitario A. Gemelli IRCCS, il Dott. Luca Tagliaferri, è stato possibile realizzare un ambiente terapeutico altamente personalizzato dal paziente nel rispetto dei requisiti e delle norme igienico-sanitarie attraverso un sistema domotico che integra un display, luci led multicolore, altoparlanti e diffusori di aromi/odori. Il paziente potrà quindi selezionare alcuni scenari (es. montagna, mare…) e sarà immerso in un ambiente personalizzato multisensoriale che può scegliere autonomamente e che attiverà al suo arrivo al semplice passaggio di un badge.

In futuro il sistema verrà integrato all’interno del software pre-esistente in modo da consentire al paziente, tramite i totem già attivi all’interno dell’ospedale, di poter personalizzare autonomamente le playlist con i video, di scegliere le fragranze e la musica da ascoltare durante le terapie.

Altre informazioni sul progetto potete trovarle qui:

https://www.policlinicogemelli.it/news-eventi/al-gemelli-art-il-patients-digital-health-award-2019/